Dopo averci stupito con il suo ridicolo Rider, Steve Aoki torna a far parlare di sé.
Sempre più in maniera negativa.

Steve ha pubblicato un trailer su youtube inerente alla recente collaborazione con i Linkin Park, per la produzione della traccia “A light that never comes”. Il video non gli è stato di grande aiuto, se non a tirarsi da solo la zappa sui piedi, dato che è chiaramente visibile una sequenza in cui possiamo comodamente notare l’utilizzo di una versione craccata del noto plugin per le produzioni musicali Sylenth1, di Lennar Digital.

 

 

steve_aoki_sylenth1_cracked

Ecco un ingradimento della dicitura “Licensed by Team Arcade (un team che rilascia su internet software pirata)”

 

Ci asteniamo dal commentare, perchè ci basta farvi sapere che il “dj” in questione guadagnava nel 2012, ben 12 milioni di dollari, e il plugin che ha “rubato”, costa solamente 139 €
Traete le vostre conclusioni!