Dopo l’entusiasmante Kappa FuturFestival il team di Movement Europe è già al lavoro per Movement Torino Electronic Music Festival (TEMF), dieci giorni di grande musica elettronica e contemporanea che portano a Torino, dal 24 ottobre al 2 novembre 2013, il meglio del panorama italiano e internazionale.

Movement 2012 - © NicolaMalnato

E’ la storia di un successo ottenuto con caparbietà, quella della versione europea del più famoso festival di elettronica al mondo. Un successo che, all’ottava edizione, trova le sue ragioni innanzitutto nel rapporto che il Festival ha saputo costruire con Torino, una città con un legame viscerale con la musica che nel tempo ha messo l’elettronica al centro delle sue passioni. Grazie a Derrick May, fondatore e ambasciatore mondiale, Movement va in scena per la prima volta fuori dai confini americani il 15 dicembre 2006 a Torino per celebrare la chiusura delle Olimpiadi invernali. 
Movement Torino e Movement Detroit (DEMF) da allora collaborano a consolidare il brand sia sul fronte della programmazione artistica che sul piano della comunicazione e dell’interazione con gli sponsor. 

Movement 2013 articola il proprio calendario nei mesi di settembre e ottobre, con rinnovata attenzione alla qualità dell’offerta artistica, ai temi della promozione del territorio, della formazione giovanile, dell’innovazione e della sostenibilità ambientale. 
Dalla sua nascita a oggi Movement, il Festival di elettronica invernale più amato dagli italiani, non ha mai cambiato strada e ha continuato a proporre a un pubblico sempre crescente location eccezionali, line up indimenticabili, grande attenzione all’accoglienza e alla qualità tecnica, sicurezza attraverso la formula dell’Intrattenimento Intelligente.

Ci sarà una nuova location per il final show di Halloween, ci saranno musicisti e spettacoli straordinari da tutto il mondo, insieme al meglio da Torino e dall’Italia. Sarà una nuova festa della musica di oggi, per ballare, ascoltare e scoprire le mille sfaccettature dell’elettronica, con 6 location diverse e 50 artisti internazionali.

Il Festival prosegue con questa edizione il suo trend di crescita esponenziale, doppiando – come ormai da tradizione – il cartellone ufficiale con una vera e propria Road to…, intenso percorso di avvicinamento iniziato in questi giorni con due entusiasmanti date a Zurigo e Villasimius e nei mesi di settembre e ottobre fra Torino, Milano, Cagliari e Roma con artisti del calibro di Shonky, Chris Liebing, John Digweed, Bushwacka, Guy Gerber, Robert Hood e un fantastico back to back fra due terzi degli Apollonia, Dyed Soundroom e Dan Ghenacia.

Movement TEMF ancora una volta porta per dieci giorni a Torino performance originali dal meglio dell’elettronica, della dance e le nuove proposte della cultura musicale contemporanea, con una sezione Movement Culture al Conservatorio di Torino e artisti del calibro di Adam Beyer, Agoria, Ben Klock, Blawan, Boddika, Davide Squillace, Derrick May, Dixon, Dubfire, DVS1, Eats Everything, Joy Orbison, Laurent Garnier, Maceo Plex, Magda, Omar S, San Proper, System of Survival, Pan Pot, The Martinez Brothers, Visionquest: Seth Troxler + Shaun Reeves + Ryan Crosson + Lee Curtiss e i live di Bugge Wesseltoft & Henrik Schwarz, Henrik schwarz e Mathew Jonson.

Dal 24 ottobre al 2 novembre Movement sarà protagonista della cultura italiana attraverso la proposta di una nuova attitudine nella diffusione della cultura musicale, capace di coniugare Intrattenimento e Intelligenza, mettendo in parallelo alle grandi feste dance attività formative in collaborazione con il Politecnico di Torino e altri importanti poli museali e accademici del territorio.
Il Festival, come ormai caratteristica di tutte le manifestazioni promosse da Movement Europe, si pone come integralmente sostenibile: economicamente, perché produce più ricchezza di quella che consuma, territorialmente perché è un importante volano promozionale per Torino generando occupazione per numerosi fornitori e centinaia di lavoratori locali e una ricaduta economica che per l’edizione 2012 è stata valutata in 1.000.000 di euro, ambientalmente, perché migliora del 15% ogni anno il grado di sostenibilità.

Movement ambisce a diventare the most consumer-friendly Festival al mondo: accoglienza, vendita dei biglietti, circolazione delle informazioni utilizzano infatti le migliori tecnologie possibili, e il Festival è il primo del settore in Italia e vendere i propri biglietti anche via mobile. Inoltre il Festival ha ormai consolidato il Movement Hospitality System, piattaforma integrata per l’accoglienza dei propri ospiti, capace di veicolare pernottamenti negli hotel convenzionati attraverso pacchetti turistici modulati su diverse capacità di spesa, stimolare l’utilizzo dei partner di mobilità GTT e Pronto Taxi 5737, integrare alla proposta artistica del Festival le offerte cittadine e regionali attraverso Abbonamento Musei e Più Card.

Il Festival anche in questa edizione consolida il rapporto e il legame con il territorio attraverso il sostegno e la collaborazione con le più qualificate realtà industriali d’Italia e con oltre 30 fornitori piemontesi.

 

Info
www.movement.it
www.facebook.com/movementfestival