Il concetto di un weekend di 3 giorni è da tempo argomento di discussione tra i vari frequentatori di After Parties  ma ora un dottore leader nella medicina in UK vorrebbe davvero ridurre il numero di giorni lavorativi a 4.

Il Professor John Ashton (direttore della salute pubblica) raccomanda che il weekend lungo ridurrebbe di molto lo stress causato dal lavoro e dalla disoccupazione, permettendo alla gente di passare più tempo con la propria famiglia.

Il signor Ashton aggiunge: “Vorrebbe dire che le persone sorriderebbero di più e sarebbero più felici, e aumenterebbe di molto la salute generale”.

 

Ma come gestire un Hangover dopo un weekend di 3 giorni?

Ma come gestire un Hangover dopo un weekend di 3 giorni?

 

Tutto ciò, ovviamente, permetterebbe un grande sviluppo al mondo del clubbing, concedendo ai locali di stare aperti anche la domenica notte o di organizzare party/rave/festival di 2 o 3 giorni. Immaginate un weekend di 3 giorni ad Ibiza. La presenza del cosiddetto “Blue Monday” verrebbe eradicata completamente (vabè, sostituito dal Blue Tuesday, ndr), permettendo di passare i lunedì a mangiare patatine sul divano invece di lamentarsi pensando al lavoro.

Il 71% (ci aspettavamo di più) delle persone intervistate in Regno Unito sono favorevoli all’idea del weekend lungo, e confermano il fatto che ciò renderebbe la nazione un posto più felice.

 

Conclude il dottore:

“E’ vitale. Abbiamo bisogno nei prossimi 10/20 anni di muoverci verso uno standard più europeo. Perchè non potremmo avere l’ambizione di introdurre una settimana di 4 giorni? E’ così che le grandi società dovrebbero operare.

Per l’amore del clubbing, qualcuno può avviare una petizione online per dare un calcio d’inizio a tutto questo?