E’ in vinile, ed è supportato da artisti del calibro di Ben Klock, DVS1 e Timo Maas. Questo è Split EP di Marco Effe ed Andreu (altro progetto di Andrew Grant, titolare dell’etichetta), che ci regala 3 tracce dallo stile senza tempo.

Su quale etichetta? EDEC, la techno secondo l’America. Un’etichetta underground che punta più sulla qualità che sull’apparire nei social. Underground, appunto.

 

Ascoltando il vinile dal lato A, troviamo:

1) One’s Lie — Con un attacco di chitarra filtrato, Marco placa l’orecchio di chi ascolta avvolgendolo in un groove incalzante. Costruisce un morbido sound per poi farlo ricascare giù attraverso un pizzico di distorsione. Risulta azzeccato in ogni tipico settore. Deep, Funk, Techno, House… qualsiasi nome vogliate dargli.

2) Out One — La seconda traccia di Marco è la prova che in casa EDEC amiamo davvero il suono classico della Techno.
Calda, invitante, a tratti eterea, mantenendo quella spinta, quell’andatura che porta verso l’orizzonte. Bellissima.

 

Giriamo il vinile e sul lato B troviamo una sola traccia, ed è davvero coinvolgente e sperimentale.

1) Pulaski — Andreu è il nuovo progetto del proprietario dell’etichetta: Andrew Grant. Qui lo possiamo ritrovare in esplorazione delle più scure e crude sfumature. Percussioni grezze, energia distorta e synth sinistri, si aggirano intorno ai 110BPM che consentono ancora nude vibrazioni.

 

Consigliamo davvero di sentire l’anteprima in cima all’articolo e di fare un serio pensiero positivo riguardo l’acquisto!

Nel caso foste interessati nel vinile (in uscita in questi giorni) EDEC013 è il codice da cercare.